Anna Raimondo

Becoming a stranger. Un’intervista a Brandon LaBelle

In un momento in cui la sound art vive un riconoscimento nel mondo dell’arte, sia a livello accademico che di mercato, la definizione è condizionata da una dicotomia di discorsi. Da un lato, infatti, la sound art è interpretata come una pratica artistica basata sul suono; dall’altro, essa si configura piuttosto come possibilità di reciproco ascolto articolata in diverse forme, nel quale il suono può anche essere silente.... READ MORE...