Da questa settimana in poi, Digicult ospiterà VR/AR: State of the Art, un progetto di ricerca curato da Eleonora Stacchiotti. Organizzato in partnership con l’Università di Utrecht, questo progetto fa parte dell’internship di ricerca che Eleonora sta facendo con noi.

Questo progetto si propone di investigare la situazione attuale per quanto riguarda l’uso delle tecnologie di Realtà Aumentata e Virtuale nel mondo dell’arte. In particolare, vuole concentrarsi sulla percezione e le aspettative che si hanno riguardo queste tecnologie. Infatti, anche se non è la prima volta che Realtà Aumentata e Virtuale arrivano alla nostra attenzione, negli ultimi anni ci siamo trovati di fronte ad un nuovo picco di interesse nei confronti delle tecnologie immersive. Questa ricerca vuole aprire una conversazione con l’ambizione di condividere con più persone possibile saperi e prospettive sull’argomento.

Originariamente pensato come un inventario che tiene traccia e raccoglie il lavoro che Eleonora sta facendo per la sua tesi di ricerca al master, questo repository vuole tradurre i dibattiti accademici in una lingua comprensibile a lettori e lettrici di ogni tipo.

Per fare ciò, questo spazio presenta una raccolta di contributi organizzati in tre diverse categorie. La prima è il Toolset, una collezione di saggi brevi che presentano concetti, teorie e idee che vengono ricorrentemente menzionati nelle conversazioni e nei dibattiti riguardo queste tecnologie. La seconda sezione offre interviste con artisti, curatori, ricercatori accademici e appassionati d’arte. Le domande rivolte si concentrano tutte sugli stessi aspetti così da permettere a lettori e ricercatori una comparazione diretta fra le diverse opinioni degli intervistati. La terza sezione, Case Studies, presenterà una raccolta di saggi più lunghi in cui le opere d’arte verranno descritte, analizzate e spiegate. Questa sezione sarà inoltre ricca di materiali multimediali così da rendere la fruizione delle opere più stimolante.

Dal momento che i contenuti cresceranno e si moltiplicheranno con il progredire del lavoro di ricerca dell’autrice, nei prossimi mesi questo spazio si espanderà – anche con l’intenzione di sviluppare possibilmente degli ulteriori progetti.


Per ora, se vuoi dare un’occhiata e rimanere aggiornato in proposito, clicca su http://digicult.it/vr-ar/.

Se vuoi partecipare e darci la tua opinione sull’uso della Realtà Virtuale e Aumentata in ambito artistico, scrivi a Eleonora (e.stacchiotti@students.uu.nl ).

Crediti: Swan Collective, Animalia Sum, Berlino 2019.