Auditorium Biagi, Biblioteca Salaborsa - Bologna
05-29 / 05 / 2022

Kilowatt porta all’Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa, per la prima volta in Italia dopo la tappa berlinese, NEAR+FUTURES+QUASI+WORLDS, una mostra che esplora il rapporto tra arte, scienza e tecnologia. Attraverso il lavoro di 13 grandi artisti, la mostra si confronta con le incertezze dell’era post-carbonio e della condizione postumanista contemporanea.

NEAR+FUTURES+QUASI+WORLDS celebra i primi 7 anni di S + T + ARTS, un’iniziativa della Commissione Europea che promuove le sinergie tra arte, scienza e tecnologia. Un approccio europeo che, attraverso la collaborazione di artist*, centri di ricerca e imprese, vuole indagare la complessità del mondo attuale, promuovendo forme innovative di creazione artistica. Il progetto è guidato dalla convinzione che arte, scienza e tecnologia possano aprire preziose prospettive per il mondo della ricerca e delle imprese, trascendendo le convenzionali interazioni tra discipline, per far emergere linguaggi di sperimentazione condivisi e ambienti di ricerca comuni.

Un’occasione per valorizzare la collaborazione tra cittadini, istituzioni, artisti e imprese del territorio, mettendo intorno allo stesso tavolo la rete S+T+ARTS promossa dalla Commissione Europea con imprese, istituzioni e cittadini di Bologna, tra cui Biblioteca SalaborsaFondazione Innovazione Urbana, il Clust-ER CreateAlma Mater Università di Bologna, il MAMBo e ArtCity Bologna.

Team curatoriale:
Silvana Fiorese e Manuel Cirauqui, curatore del Guggenheim Museum di Bilbao
Artisti in mostra:
REFIK ANADOL, RALF BAECKER, FÈLICIE D’ESTIENNE D’ORVES, EVELINA DOMNITCH E DMITRY GELFAND, FORENSIC ARCHITECTURE, SO KANNO, JIULIA KOERNER, EGOR KRAFT, KASIAMOLGA, SCANNER, IRIS VAN HERPEN, ETSUKO YAKUSHIMARU