Zabludowicz Collection - Londra
22/09/2022- 30/10/2022

Zabludowicz Collection ha l’onore di presentare una mostra su invito dell’artista coreano Shinuk Suh, residente a Londra. Destreggiandosi fra tecnologie cinetiche e industrie tessili e siderurgiche, Suh trasforma la galleria in una fabbrica.

L’installazione raffigura un reparto produttivo al cui interno, mediante una serie di lavori di scultura, si sviluppa una storia. Unendo satira e manifattura, Suh scompone l’interconnessione fra uomo e macchina. Attraverso uno straordinario processo l’artista assembla e si riappropria dei motori industriali, e la sua fabbrica estremamente realistica pullula di goffa incompetenza: al suo interno sagome incorporee scivolano e si trascinano.

Per Suh, la sagoma è un prodotto di fabbrica e la fabbrica stessa è una metafora delle strutture sociali odierne. I macchinari fanno comportare e agire il personaggio in un dato modo: una critica alla natura oppressiva delle istituzioni sociali contemporanee. Le opere nel loro insieme si servono della Storia, dell’umorismo e dell’assurdo come mezzi per navigare la tragicommedia che è la vita moderna.

Shinuk Suh (classe 1988, Seoul, Corea del Sud) ha conseguito una specializzazione in Belle Arti alla Slade School of Fine Art e una laurea in Belle Arti al Saint Martins College of Art and Design. Tra le sue mostre personali e in coppia più recenti ci sono: PLAYTHINGS, nel The Foundry a Seoul (2022); Post-Human Syndrome, in BEERS London a Londra (2021); Rendered Reality, nel Korean Cultural Centre UK a Londra (2020); Man(u)fractured nella Unit1 Gallery | Workshop, a Londra (2019). Quelle collettive, invece, includono: Peach Fuzz, The Factory Project, a Londra (2021); Hi, How are you?, nella Cerquone Gallery a Madrid; FBA Future 2020, nelle Mall Galleries di Londra (2020); La Totale 2020, Studio Orta, Les Moulins (2020). Suh al momento abita e lavora fra Seoul e Londra.


https://www.zabludowiczcollection.com/exhibitions/view/invites-shinuk-suh