Zollverein patrimonio mondiale UNESCO- Essen (Germania)
dal 2 giugno al 6 agosto 2023

The NEW NOW Festival for Digital Arts si terrà dal 1° giugno al 6 agosto. La mostra nel Mixing Plant intitolata Hypernatural Forces e gli eventi a seguire si concentreranno sulla profonda interazione tra natura e digitalità.

Le opere artistiche del Mixing Plant, elaborate appositamente per la mostra, sono tutte anteprime mondiali. Nel contesto della residenza NEW NOW, sette artisti sono stati invitati a sviluppare progetti per Hypernatural Forces. Hanno svolto un’intensa attività di ricerca, indagine e confronto con il luogo e la storia dello Zollverein, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e con l’architettura del Mixing Plant per un periodo della durata di sette mesi. Oltre agli artisti in residenza, anche altri professionisti sono stati invitati a presentare nuove opere. Il festival è diretto da Jasmin Grimm.

Hypernatural Forces: dal 2 all’8 giugno 2023
Esposizione con prime mondiali di AATB, Daniel Franke, Eva Papamargariti, Haha Wang, Jana Kerima Stolzer e Lex Rütten, Pinar Yoldaş, Sabrina Ratté, oltre ad Ali Phi e Cinzia Campolese. L’inaugurazione avrà luogo il 1° giugno alle 20:30.

Viviamo in un’epoca di ipernatura. La conoscenza tecnica e la vita organica si fondono in modo inedito. I confini tra realtà e simulazione sono sempre più labili. Si creano nuove dipendenze e simbiosi. La natura stessa diventa arte. La mostra Hypernatural Forces, della durata di nove settimane, presenterà posizioni artistiche dedicate al tema dell’ipernatura presso il Mixing Plant dal 2 giugno al 6 agosto 2023.

I visitatori entrano nel territorio di una serie di robot vaganti. Ascoltano il canto ammaliante di piante invasive; si aggirano in paesaggi deserti di rifiuti elettronici e finzione organica. A Zollverein, si può sperimentare come l’intelligenza artificiale (ri)interpreti il sito, un tempo la più grande miniera del mondo, e da questo generi nuovi mondi. NEW NOW rende visibili gli ecosistemi, i biotopi e i cicli che emergono quando piante, animali, minerali, tecnologia ed esseri umani si intrecciano secondo nuove modalità. La mostra è accompagnata da un percorso audio interattivo progettato dal Körperfunkkollektiv. Il percorso invita i visitatori a riflettere sull’interazione tra uomo, natura e tecnologia e a immergersi nelle opere e nei temi in esposizione.

Immersive Sound Night: 1° giugno dalle 21:00
Con France Jobin & Markus Heckmann, Myriam Bleau e Katatonic Silentio. I visitatori sono invitati ad immergersi nei paesaggi sonori elettronici ed audiovisivi con l’Immersive Sound Night durante la serata inaugurale del 1° giugno. In collaborazione con MUTEK Montréal, un festival internazionale di creatività digitale e musica elettronica, NEW NOW presenta artisti internazionali che riempiranno il Mixing Plant di suoni ed effetti visivi elettronici e sperimentali.

Conferenza: 2 giugno, dalle 10:00 alle 22:00
Con Anja Schürmann, Anna-Verena Nosthoff, Daniel Franke, Daniel Hengst, diffrakt—zentrum für theoretische peripherie, Eva Papamargariti, Felix Maschewski, Franziska Barth, Geert Lovink, Hannah Wallenfels, Jana Kerima Stolzer e Lex Rütten, Kathrin Yacavone, Lyndsey Walsh, Manischa Eichwalder, Manuel van der Veen, Markus Rautzenberg, Mona Leinung, MONOM Studios, Pınar Yoldaş, Rafaël Rozendaal, Rafael Dernbach, Sabrina Ratté, Sam Balfus, Tabitha Swanson e Total Refusal.

È possibile partecipare alla conferenza sia in presenza che in livestream online, che sarà disponibile con traduzioni in inglese e in tedesco. Il link per il livestream è questo.

Il 2 giugno si terrà una conferenza sulle Hypernatural Forces, come elemento discorsivo del NEW NOW. Per un giorno intero, discuteremo e sperimenteremo come la digitalizzazione sta cambiando la nostra comprensione della natura. A questo fine, gli artisti internazionali e locali dialogheranno con scienziati, attivisti e tutte le altre parti interessate a Zollverein.

Ma il digitale può essere considerata una forza ipernaturale? In che modo le tecnologie digitali stanno cambiando la nostra comprensione della natura? E quali sono gli effetti ecologici della digitalizzazione? Queste domande sono alla base della conferenza di NEW NOW. Senza modelli computerizzati, la conoscenza sulla crisi climatica sarebbe limitata. E con l’aiuto dell’intelligenza artificiale si possono ricombinare organismi biologici e creare mondi speculativi. 

Allo stesso tempo, le tecnologie digitali sono sempre più criticate per il loro ruolo nella distruzione degli ecosistemi e nell’aggravamento della crisi climatica. Vogliamo discutere come le arti digitali stiano esplorando nuove nature e immagini della natura. Parte della conferenza è un simposio a cura dell’Institute for Advanced Study in the Humanities Essen (KWI) come contributo al loro tema annuale “More or Less” con il titolo “Digital Relations and New Environments” che analizzerà processi di negoziazione innovativi e incompiuti tra gli umani, la natura e la tecnologia. Un programma serale performativo esplorerà l’”ipernatura” in maniera artistica.

La partecipazione è gratuita. Si prega di registrarsi qui.


Link: https://newnow-festival.com/en