ZKM | Center for Art and Media - Karlsruhe, Germany
07 / 05 / 2022 – 31 / 07 / 2022

Le installazioni interattive della mostra raccontano la storia, lunga quasi 30 anni, delle opere d’arte realizzate dalla coppia di artisti austro-francese Christa Sommerer e Laurent Mignonneau.

L’esposizione The Artwork as a Living System fornisce una panoramica dei lavori della coppia di artisti austro-francese Christa Sommerer e Laurent Mignonneau, a partire dai primi Anni Novanta. Muovendosi tra le aree tematiche delle scienze naturali, della tecnologia e dell’arte, Sommerer e Mignonneau hanno dato inizio alla ”Art of Interface” (“Arte dell’Interazione”), in cui interfacce tecnologiche innovative permettono l’interazione fisica tra mondi visivi simulati e il mondo degli organi di senso. Sin da subito, hanno anche usato degli algoritmi per rappresentare non solo l’aspetto degli esseri viventi, ma persino la loro evoluzione e crescita. Le quattordici installazioni create soltanto grazie ai movimenti del pubblico presentano sistemi artificiali che mostrano comportamenti tipici di organismi viventi naturali. I primi dispositivi tecnici progettati dai due artisti ricreano realtà virtuali e ambienti immersivi che vanno oltre le esperienze vissute finora. I loro lavori, considerati ormai quasi dei classici dell’arte digitale, aprono la strada verso un nuovo orizzonte, in cui le opere d’arte sembrano dei veri e propri sistemi viventi. Sono pochi gli artisti come Sommerer e Mignonneau che hanno segnato il passaggio dalla fase digitale di movimento dell’immagine all’immagine digitale vivente.

“Le loro opere sono innovative per la tecnologia, istruttive per la scienza e creative per l’arte. Infatti, i visitatori escono arricchiti per le esperienze e le conoscenze estetiche, ludiche e cognitive acquisite. L’esposizione di Sommerer e Mignonneau è più di una camera delle meraviglie, più di un terrario o un acquario; mostra creature mitiche, artificiali e una parte dell’immaginazione e dell’ingegno della tecnologia mai vista prima”. (Peter Weibel)

Le loro creazioni d’arte digitale, basate su scoperte scientifiche, danno la possibilità di analizzare la crescita delle piante o il comportamento di creature minuscole generate al computer, quali mosche e scarafaggi, e il loro ruolo all’interno di ecosistemi complessi. Opere come Interactive Plant Growing (1992), A-Volve (1994) o Portrait on the Fly (2015), comprese nella collezione del ZKM | Karlsruhe, riproducono sistemi viventi, nei quali il contatto con piante vere o il movimento davanti a uno schermo producono delle trasformazioni nello spazio digitale. L’installazione a realtà aumentata AR[t]chive (2022), presentata per la prima volta nella mostra, consente ai visitatori di esplorare l’archivio AR di Sommerer e Mignonneau. 


https://zkm.de/de/ausstellung/2022/05/christa-sommerer-laurent-mignonneau-the-artwork-as-a-living-system