Tempelhofer Feld – Berlin
04 / 11 / 2021 – 16 / 12 / 2021

synthesis gallery è lieta di presentare Legacy di Nancy Baker Cahill, la prima mostra d’arte pubblica di synthesis che verrà inaugurata il 4 novembre 2021 a Tempelhofer Feld (Berlino) e rimarrà in esposizione fino al 16 dicembre 2021.

Berlino è sopravvissuta al tumultuoso cambiamento del secolo scorso. La città ha un’identità peculiare e sfaccettata caratterizzata da una storia di divisione culturale e politica, da artisti radicali e rivoluzionari, da appelli alla resistenza e da una continua riorganizzazione di spazi e sistemi economici all’interno della città. In Legacy, un originale disegno animato site-specific in AR (realtà aumentata) a 360°, l’artista Nancy Baker Cahill intende affrontare le minacce attuali legate alla gentrificazione e al cambiamento climatico a Berlino, collocando le conseguenti sfide in un orizzonte più ampio che include il passato, il presente e il futuro della città.

La gentrificazione comporta grandi e piccole violenze per la comunità, la storia, la cultura e la città in generale. La gentrificazione sistemica ha modellato le condizioni di vita e la geografia umana di Berlino, a partire dallo spostamento nei quartieri di Berlino Est dopo la caduta del muro, all’aumento dello sviluppo in tutta la città, intensificato nell’ultimo decennio. Parallelamente, il cambiamento climatico trasformerà la città ancora una volta, provocando un effetto isola di calore, siccità e condizioni meteorologiche estreme. Naturalmente, entrambi i sistemi destabilizzanti implicano delle conseguenze: lo smantellamento delle strutture sociali e l’alterazione dell’ambiente culturale e sociale.

L’opera, originariamente commissionata da SXSW, rappresenta le forze disastrose della dislocazione e del cambiamento climatico attraverso l’animazione di un albero astratto che si contorce, si disintegra e si rimargina. Per quanto riguarda la forma, il disegno passa da segni organici che ricordano una corteccia, a frammenti inorganici di vetro e specchio, che rappresentano metaforicamente la dimensione urbana.

L’uso di un originale segno digitale per realizzare le forme organiche sottolinea l’intenzione dell’artista di mettere in risalto ogni forma di sviluppo innaturale. Visibile soltanto tramite smartphone e tablet, il disegno dalle dimensioni monumentali rimane infatti invisibile a occhio nudo e non lascia alcuna traccia fisica. Legacy è nata dalla volontà di Baker Cahill di realizzare la sintesi di idee, tecnologia e arte per modificare la consapevolezza degli effetti significativi e interconnessi della disuguaglianza e del processo decisionale incentrato sull’uomo. Il disegno tenta di spingere i nuovi media in cammini inesplorati e di incentivare le scoperte legate alla (ri)evoluzione della natura e alle conseguenze accelerate dovute all’intervento e all’impatto dell’uomo.

La mostra è generosamente finanziata dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Berlino e autorizzata da Grün Berlin.


 http://synthesis.gallery/