Pirelli HargarBicocca - Milan
24 / 02 / 2022 – 24 / 07 / 2022

Dall’inizio della sua carriera, l’artista coreano-americana Anicka Yi (nata a Seoul nel 1971; vive e lavora a New York) ha utilizzato materiali biologici e deperibili, come fiori fritti in tempura, alghe e saponi, per creare sculture e installazioni che formano entità ibride legate da relazioni simbiotiche, ribaltando così la concezione di naturale e sintetico. L’artista esplora ecosistemi complessi e privilegia una dimensione immateriale e invisibile, attraverso l’inserimento nelle sue opere d’arte di elementi quali fragranze e batteri.

La collaborazione con diverse figure professionali, tra cui ingegneri, chimici e scienziati, permette a Yi di ampliare i limiti del suo lavoro tramite lo sviluppo di progetti ambiziosi, i quali studiano nuove possibilità di scambio e comunicazione tra organismi viventi e sistemi di intelligenza artificiale.

La prima mostra personale dell’artista in un’istituzione italiana, “Metaspore”, è una mostra antologica che esporrà oltre venti lavori, dal 2010 fino ad oggi, insieme a una versione ampliata dell’opera d’arte Biologizing the Machine (terra incognita), esposta alla cinquantottesima edizione della Biennale di Venezia nel 2019. L’opera analizza concetti quali ecosistema e interdipendenza, mostrando ai visitatori gli aspetti chiave della sua arte.

L’esposizione è a cura di Fiammetta Griccioli e Vicente Todolí.

Le mostre personali di Anicka Yi sono state tenute in molte delle principali istituzioni internazionali, tra le quali la Hyundai Commission, Turbine Hall, Tate Modern, Londra (2021); il Solomon R. Guggenheim Museum, New York (2017); il Fridericianum, Kassel (2016); la Kunsthalle Basel, il MIT List Visual Arts Center, Cambridge, Massachusetts, The Kitchen, New York (2015) e il Cleveland Museum of Art (2014). L’artista ha partecipato a numerose mostre collettive, tra cui la Biennale di Venezia (2019); il Whitney Biennial, New York (2017); l’Okayama Art Summit, la Biennale di Gwangju (2016); la Biennale di Taipei (2014) e la Biennale di Lione (2013).

Anicka ha vinto importanti premi, tra i quali il Louis Comfort Tiffany Foundation Award (2011) e il Guggenheim Hugo Boss Prize (2016). Nel 2019, l’artista, in collaborazione con Barnabé Fillion, realizzò “Biography Fragrance,” una linea di tre fragranze in edizione limitata. La mostra sarà accompagnata dalla monografia completa dell’artista. Comprenderà la partecipazione di Giovanni Aloi, storico dell’arte, di Rachel Lee, docente di Inglese ed esperta di studi di genere, e di Merlin Sheldrake, scrittore e biologo, insieme a un testo dei curatori della mostra. Inoltre, il catalogo conterrà schede dettagliate delle opere esposte, una cronologia completa della storia delle esposizioni di Anicka Yi e un nuovo glossario contenente i suoi modelli di riferimento più rilevanti, ideato insieme all’artista.


:https://pirellihangarbicocca.org/en/exhibition/anicka-yi/