Acud Macht Neu - Berlino
15/09/2022 (18.30-22.00)

Successivamente alla 27esima conferenza TRANSITIONING: Art, Politics & Technologies of Gender Change (17-19 giugno) il Disruption Network Lab vi invita a partecipare all’esperimento collettivo che mira a decolonizzare e intaccare le nostre percezioni della mestruazione con Flo Razoux e Aouefa Amoussouvi. Il workshop fa parte del programma tra comunità del Disruption Network Lab che dura tutto l’anno.

I’M NOT A LOBSTER! HACKING AND QUEERING MENSTRUATIONS

Un esperimento collettivo che mira a decolonizzare e intaccare le nostre percezioni della mestruazione. I partecipanti di tutti i generi saranno invitati a condividere le loro esperienze e prendere in esame le rappresentazioni della mestruazione e i suoi rituali. Inoltre, il gruppo indagherà come accedere e ricorrere a conoscenze scientifiche e tecnologiche e comprendere i pregiudizi. L’obbiettivo del workshop è quello di mettere alla prova il programma capitalista, reinventare i modi per raccogliere dati dal corpo umano e creare narrative alternative nel campo dell’arte, della biopolitica e della tecnologia.

MEDIATORI

Flo Razoux (they/them) è un* biolog*, creator* e educator* omosessuale con un Dottorato in Ingegneria biomedica per le neuroscienze. Dal punto di vista artistico, a Flo piace andare oltre le rappresentazioni consolidate e è affascinato/a dal concetto di identità, percezione e dalla dicotomia corpo-mente. Il lavoro di quest’artista unisce scienza, arte, design e tecnologia ed è stato presentato presso istituzioni accademiche e artistiche molto conosciute in Europa e a Berlino (Germamia). Flo è creator* del Lumenses project, una serie di iniziative creative che offrono nuove prospettive sulla mestruazione.

Aouefa Amoussouvi (she/her) è una ricercatrice, artista e curatrice multidisciplinare franco-beninese che opera a Berlino. Possiede un Dottorato in Biofisica molecolare e teorica presso l’Università Humboldt di Berlino e è la condirettrice del TIER (The Institute for Endotic Research). Il suo lavoro esamina riti, tecnologie e narrative del femminismo intersezionale e decoloniale all’interno della scienza con l’intento di creare delle pratiche che generino un sapere collettivo al di fuori dei contesti occidentali e accademici. Inoltre, Aouefa studia le tecnologie per rimarginare e conservare le memorie da una generazione all’altra. Attualmente si sta formando in psicologia orientata ai processi.

Il workshop è aperto per tutti. Le persone che non hanno le mestruazioni sono le più gradite. 

Ingresso liberoPrenota qui. Il numero dei partecipanti è limitato. 


 https://www.disruptionlab.org/event/im-not-a-lobster