Het Huis Utrecht and online
01/ 07 / 2022, 16:00 - 19:00h

I diritti digitali sono più importanti che mai, dai grandi colossi tecnologici che possono prendere come bersaglio i nostri dati relativi a salute, finanze, posizione, genere, razza e altre informazioni personali, all’AI potenzialmente discriminatoria. Cosa possiamo fare noi, cittadini, ricercatori e artisti digitali coinvolti, per appoggiare questo processo? A Bruxelles è stata abbozzata una nuova legge per la protezione dei nostri diritti e principi digitali. Cosa dovrebbe contenere questa legge? Come dovremmo regolamentare lo spazio digitale?

Il primo luglio siete invitati a prendere parte al dibattito all’interno del CODE: Reclaiming Digital Agency, un evento che si svolge in modalità ibrida e include un convegno e il lancio di un libro, in presenza presso il teatro Het Huis Utrecht e online. Parleremo di come artisti, attivisti e politici possono collaborare per sensibilizzare sui nostri diritti digitali e di cosa è necessario per migliorare le leggi e la legislazione in modo che ci proteggano come cittadini e utenti digitali.

Durante il convegno indagheremo il modo in cui possiamo arrivare ai politici e influire sulla legislazione per mezzo dell’arte con l’artista Benjamin Gaulon e il teorico Geert Lovink, tra gli altri. Benjamin Gaulon è un artista, ricercatore, educatore e produttore culturale. Passando per la pirateria e il riciclaggio, la sua ricerca si concentra sui limiti e sui fallimenti delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, della responsabilità e della privacy. Geert Lovink è un teorico dei media, critico della rete e autore di L’abisso dei social media. Nuove reti oltre l’economia dei like (2016) e Nichilismo digitale. L’altra faccia delle piattaforme (2019), tra i tanti. Nel 2014 fondò l’Istituto per le culture di rete presso l’Università di scienze applicate di Amsterdam. Gli altri partecipanti del convegno saranno annunciati a breve.

Terminato il convegno, Geert Lovink lancerà il suo nuovo libro Stuck on the Platform (Valiz, 2022). In questo libro Lovink chiede agli utenti di rivendicare la rete come modo per contrastare l’inerzia digitale. Descrivendo e contestando le tendenze della rete durante il periodo turbolento tra il 2019 e il 2021 che include la Brexit, Trump e il Covid, Lovink ha scritto questo libro come una storia resistente alle ricadute in cui ci chiede di resistere alla cultura delle piattaforme.

Negli intermezzi i partecipanti selezionati per il CODE 2022 presenteranno dei brevi interventi in risposta a “Rivendicare i Diritti Digitali!”. Maggiori informazioni sui partecipanti del CODE 2022 a questa pagina.

L’evento fa parte del CODE 2022, una collaborazione europea tra IMPAKT [Centro per la Cultura dei Media] a Utrecht, School of Machines, Making & Make-Believe di Berlino, Werktank di Leuven e Privacy Salon di Bruxelles, alla sua seconda edizione. In seguito alla pubblicazione di un bando per i partecipanti, in ogni edizione del CODE chiamiamo artisti e cittadini provenienti da vari Paesi a prendere parte al programma di 6 mesi per riflettere sulla posizione attuale del settore digitale nei processi legislativi. Insieme sviluppiamo interventi e campagne di sensibilità per mostrare il potere delle società tecnologiche e mettere in modo politici, legislatori e cittadini affinché intervengano. Il nostro obiettivo consiste nell’avere un impatto sulla politica pubblica e determinare le modalità con cui possiamo migliorare le leggi e la legislazione che ci proteggerà come cittadini e utenti digitali.


https://impakt.nl/residencies-workshops/code-programme-2022/