Museumsbalkon - Lorenzstraße 19 76135 Karlsruhe
Sat, 02.10.2021 – Sun, 09.01.2022

»Nobody’s Listening« è un’esperienza di realtà virtuale e una mostra immersiva che commemora il genocidio degli yazidi, commesso dall’Isis nell’estate del 2014 nel nord dell’Iraq.

Sette anni dopo, e nonostante il premio Nobel per la pace vinto da Nadia Murad, l’influente appoggio di Amal Clooney e la rapida attuazione di programmi per i rifugiati, come quello fornito dallo stato del Baden-Württemberg, è stato fatto troppo poco per aiutare gli yazidi e le altre comunità colpite. Il genocidio è ancora in corso: circa 3.000 donne e bambini yazidi rimangono dispersi o in prigionia, e nemmeno un combattente dell’Isis è stato processato per il crimine di genocidio. Attraverso la tecnologia della realtà virtuale, la fotografia e le opere d’arte di artisti yazidi, la mostra esplora le conseguenze della campagna genocida dell’Isis e il suo effetto devastante sulle comunità perseguitate e il loro patrimonio culturale. Soprattutto, »Nobody’s Listening« rende omaggio al coraggio, alla determinazione e alla rappresentanza dei sopravvissuti, e dà loro uno spazio dove possono essere ascoltati da persone di tutto il mondo. Insieme sono una sola voce, che chiede riconoscimento internazionale e giustizia.

La mostra dà vita a un ambiente immersivo in grado di generare una maggiore sensibilizzazione internazionale sugli eventi della campagna genocida del 2014 e le sue conseguenze profondamente devastanti per gli yazidi, i cristiani e altri gruppi religiosi minoritari e il loro patrimonio culturale nel nord dell’Iraq. Sette anni dopo il genocidio, questa è una mostra rivolta al futuro che si concentra su ciò che deve accadere dopo. Fornisce una piattaforma ai sopravvissuti e agli sfollati per raccontare le loro storie, mostrare le loro espressioni legate all’arte, alla scultura e alla poesia – e far sentire le loro voci su quali azioni siano ancora necessarie.

»Nobody’s Listening« è una mostra itinerante organizzata da Yazda e Upstream in collaborazione con la Society for Threatened People e.V. e l’Institute for Transcultural Health Science della Baden-Württemberg Cooperative State University, ideata e prodotta da Easy Tiger Creative Ltd, presentata per la prima volta da ZKM | Center for Art and Media Karlsruhe e generosamente finanziata dal Ministero di Stato del Baden-Württemberg, dall’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale e dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni. La mostra è sotto il patrocinio di Winfried Kretschmann, Ministro Presidente della Baden-Württemberg. Allo ZKM è accompagnata da un ampio programma di sensibilizzazione della comunità e da un simposio internazionale sostenuto dal Dipartimento della Cultura della città di Karlsruhe il 9 dicembre 2021, in occasione della Giornata internazionale per la commemorazione delle vittime del genocidio.

“La mostra »Nobody’s Listening« è un modo importante per ricordare alla gente gli orrori dell’Isis, ma anche per ispirare azioni che garantiscano che questo non accada mai più agli yazidi, ai cristiani o a qualsiasi altra comunità irachena”. – Ivana Waleed, attivista yazida e sopravvissuta al genocidio

»Nobody’s Listening« è una mostra commovente che rende omaggio al coraggio dei sopravvissuti al genocidio e amplifica la loro richiesta di giustizia”. – Amal Clooney, avvocato per i diritti umani


https://zkm.de/en/exhibition/2021/10/nobodys-listening