Tai Kwun Contemporary - Hong Kong
16 / 02 / 2019 - 28 / 04 / 2019

La violenza di natura strutturale non è meno brutale della sua controparte fisica. La presenza quotidiana di violenza strutturale provoca una paralisi silenziosa. Le definizioni di genere basate su confini simbolici, culturali e fisici sono tanto rigide e chiare quanto dolorose da vivere.

L’educazione, l’assegnazione culturale, le strutture di potere esistenti, i codici sociali, le tradizioni religiose e le manifestazioni biologiche si uniscono per formare un quadro normativo violento che governa il corpo, la sessualità, l’identità e il comportamento. Alla luce dei discorsi nazional-conservatori e di destra che attualmente si stanno intensificando in tutto il mondo, il genere rappresenta un ambito ancor più fortemente contestato, un terreno su cui la libertà, la pluralità e l’autodeterminazione sono a rischio.

Gli artisti presenti alla mostra The Violence of Gender contestano la castrazione simbolica delle donne e rivendicano le capacità che le sono state fondamentalmente negate. Dissolvono l’inquadratura di adolescenti e ribaltano le regole che controllano il gesto, la voce, il portamento e il desiderio. Nel processo, sviluppano una contro-narrazione all’istituzione della famiglia come fondamento della società etero-normativa.

Mostrano come il latte materno serva per delineare un territorio in un reame tra sessualità e riproduzione e rivelano fino a che punto la riproduzione, tecnologia e sfruttabilità sono intrecciate. Le opere d’arte mettono in evidenza la violenza che si nasconde nelle costruzioni normative di genere. Grazie alla sicurezza di sé, fiducia, fantasia, umorismo e dolore, gli artisti trascendono i confini con le loro opere e riescono a far emergere immagini diverse.

La mostra è curata da Susanne Pfeffer insieme ad altri artisti: Dong Jinling, Jana Euler, Anne Imhof, Oliver Laric, Liu Yefu, Ma Qiusha, Julia Phillips, Pamela Rosenkranz, Marianna Simnett, Raphaela Vogel, Wong Ping.

Il Tai Kwun Contemporary è il ramo di programmazione artistica contemporanea di Tai Kwun che si dedica alla presentazione di mostre e programmi di arte contemporanea come piattaforme per un discorso culturale in continua espansione a Hong Kong. Gestito dal team di arte contemporanea, il Tai Kwun Contemporary è parte integrante di Tai Kwun, nei pressi del complesso della stazione di polizia centrale di Hong Kong.

Operando con altre istituzione e gruppi artistici che condividono le stesse idee per presentare gli standard più elevati legati alla realizzazione di mostre e alla programmazione d’arte, il Tai Kwun Contemporary accoglie dalle sei alle otto mostre che vengono curate ogni anno insieme a entusiasmanti programmi pubblici. Riflettendo e contribuendo al panorama artistico contemporaneo di Hong Kong, queste mostre affermano la posizione della città come principale centro a livello internazionale di arte in Asia. Come centro artistico senza scopo di lucro, il Tai Kwun Contemporary si allontana dal mondo dell’arte commerciale.

Le mostre del Tai Kwun Contemporary sono presentate in 1500 metri quadri di gallerie standard del museo e sono progettate da Herzog & de Meuron. Inoltre, all’interno del complesso della stazione di polizia centrale ci sono numerose opere d’arte pubbliche commissionate appositamente dal Tai Kwun Contemporary.

“Arte, cultura e patrimonio” rappresenta una delle aree strategiche di beneficienza di The Hong Kong Jockey Club. Il Revitalization Project della Stazione di Polizia Centrale (Central Police Station – CPS) è il più grande progetto di conservazione e rivitalizzazione del patrimonio intrapreso dal Club ed è stato realizzato in collaborazione con il Governo di HKSAR.

Il complesso CPS comprende tre monumenti dichiarati (l’ex stazione di polizia centrale, la magistratura centrale e la prigione Victoria), con un totale di 16 edifici storici e alcuni spazi all’aperto, su un sito di 13.600 metri quadri nel cuore del Centro. Sono stati aggiunti una galleria d’arte di livello internazionale e un auditorium per contribuire al riutilizzo adattivo del sito. Oltre a intraprendere il Revitalization Project, il Club’s Charities Trust ha istituito The Jockey Club CPS Limited per gestire e mettere in funzione il sito come Tai Kwun – Centre for Heritage and Arts.

Tai Kwun è il nome colloquiale locale utilizzato dagli agenti di polizia e dal pubblico per far riferimento all’ex quartiere generale di polizia e al complesso CPS circostante. Il nome è stato adottato da The Jockey Club CPS Limited per ricordare l’importanza storica del sito.


www.taikwun.hk