Serpentine Gallery - London
29 / 09 / 2020 – 15 / 11 / 2020

Cambio (dal latino medievale cambium, ‘cambiamento, scambio’) è un’indagine in corso condotta da Formafantasma sull’estrazione, la produzione e la distribuzione dei prodotti in legno e sull’industria del legno. L’obiettivo della mostra è quello di mettere in discussione il ruolo che il design può svolgere nel tradurre l’emergente consapevolezza ambientale in risposte informate e collaborative.

L’evoluzione nel tempo di questa forma di commercio, e la sua espansione tentacolare in tutto il mondo, ha reso difficile la sua regolamentazione. Si è sviluppata a partire dalla bioprospezione che è stata utilizzata in tutti i territori coloniali nel corso del XIX secolo, diventando una delle più grandi industrie del mondo sia in termini di ricavi che di impatto sulla biosfera del pianeta.

Gli oggetti più antichi in mostra sono campioni di legni duri rari esposti per la prima volta nella Great Exhibition del 1851, a qualche centinaio di metri da questo edificio, i quali rappresentano alberi abbattuti fino all’estinzione. I più recenti sono gli arredi e le sedute espositive della mostra progettate da Formafantasma, tutti realizzati con un unico albero abbattuto da una tempesta nel nord Italia nel 2018. In ogni pezzo di legno è racchiuso un archivio dei cambiamenti climatici e del movimento dei materiali naturali in tutto il mondo.

Cambio fa anche riferimento allo strato cambiale, una membrana che corre intorno al tronco degli alberi, producendo legno all’interno, un registro del passato dell’albero, e corteccia all’esterno, consentendogli di continuare a crescere. Come gli anelli di un albero, gli spazi centrali della mostra presentano dati e ricerche sotto forma di interviste, materiali di riferimento e due filmati realizzati da Formafantasma a seguito delle loro ricerche, mentre gli spazi perimetrali offrono una serie di casi di studio che forniscono un approfondimento sulle origini del legno e sul suo utilizzo. Ognuna di queste indagini rappresenta una collaborazione con esperti dei settori della scienza, della conservazione, dell’ingegneria, della politica e della filosofia. Insieme, passano da un’analisi microscopica del legno e della sua capacità di immagazzinare anidride carbonica, a una comprensione metafisica degli alberi come organismi viventi.

Questa mostra multidisciplinare mette in evidenza il ruolo cruciale che il design può avere nel nostro ambiente e la sua responsabilità di guardare oltre i confini. Il futuro del design può e deve cercare di tradurre l’emergente consapevolezza ambientale in una rinnovata comprensione della filosofia e della politica degli alberi che favorisca risposte informate e collaborative.


South Gallery

La mostra si apre con due pezzi che introducono la materia fisica del legno e le sue proprietà; una proiezione a doppio schermo e due sezioni di un tronco d’’albero. Insieme, offrono una rivalutazione degli alberi – come fonti di informazioni che registrano costantemente i cambiamenti climatici globali, come soluzione per mitigare questi cambiamenti immagazzinando anidride carbonica durante la loro crescita e come monito contro la gestione eccessiva e le foreste monocoltura le quali sono più vulnerabili ai fenomeni climatici intensi. La fragranza, sviluppata dalla ricercatrice di fragranze e artista Sissel Tolaas, ricorda il terreno umido e la flora di una foresta, offrendo un ricordo immersivo di ciò che è in gioco quando perdiamo questo ambiente.

East Gallery

Questa sezione della mostra presenta una ricerca forense condotta da Formafantasma insieme a diversi istituti scientifici sui dati che si possono trovare nel legno. A seguito della procedura di coring mostrata nel primo spazio della galleria, i prodotti in legno sono indagati come detentori di anidride carbonica, come documentazione della loro origine anche mentre vengono intagliati, macerati (per la carta) o bruciati (per il carbone). L’analisi di questi oggetti banali, molti dei quali sono ancora prodotti da specie protette, può aiutare a regolamentare le pratiche di disboscamento in tutto il mondo e offrire ai produttori, ai designer e agli utenti una migliore informazioni sull’impatto delle loro scelte materiali.


https://www.serpentinegalleries.org/whats-on/formafantasma-cambio/