Pirelli HangarBicocca - Milan
15 / 02 / 2018 - 22 / 07 / 2018

Il lavoro di Eva Kot’átková (nata nel 1982 a Praga) analizza le forze interne ed esterne che influenzano il comportamento umano, in particolar modo le regole istituzionali e i sistemi formativi che possono manipolare e produrre situazioni di controllo. Per la sua mostra al Pirelli HangarBicocca, The Dream Machine is Asleep, Kot’átková ha sviluppato un nuovo progetto immersivo che unisce installazioni, sculture, collage e performance.

Ispirata alla nozione del corpo umano visto come macchina, un organismo che necessita di messe a punto – periodi di rigenerazione e riposo – per funzionare, e all’idea del sonno e dei sogni come momenti per creare nuove visioni e mondi paralleli, la mostra esplora i nostri pensieri e le nostre proiezioni più intime, le ansie e le fobie della vita contemporanea.

L’esposizione riunisce un’ampia selezione di lavori, compresa l’installazione video Stomach of the World, 2017, e la serie scultorea Theatre of Speaking Objects, 2012, oltre ai nuovi progetti quali l’installazione The Dream Machine is Asleep, 2018, che invade lo spazio con un letto gigante, un generatore onirico di storie e idee.

Evocando l’estetica del Dadaismo est-europeo e delle esposizioni surrealiste, la mostra prevede momenti dal vivo, performance, conferenze e narrazioni orali tenute dai diversi personaggi che la animano. Tra questi, un ruolo particolare lo giocheranno i bambini, protagonisti ricorrenti nelle opere di Kot’átková, che occuperanno uno spazio a loro dedicato all’interno dell’installazione The Dream Machine is Asleep, chiamato “Children Office”, in cui creeranno un archivio di sogni.

Curata da Roberta Tenconi, l’esposizione è accompagnata da un ricco catalogo illustrato con immagini dei lavori e delle installazioni in mostra. La pubblicazione approfondisce il concetto di lotta e ansia come forze produttive e, oltre a saggi critici e teorici, include anche conversazioni sui sogni ad occhi aperti, fantasie e paure degli artisti e bambini che partecipano al progetto.

Eva Kot’átková (Praga, 1982), vive e lavora e Praga. Ha studiato alla Academy of Applied Art di Praga e al San Francisco Art Institute. Ha esposto in diverse istituzioni, tra cui: Haus 21-Museum of Contemporary Art, Vienna (2017); K21, Düsseldorf, Migros Museum, Zurigo and Ming Contemporary Art Museum, Shangai (2016); MIT List Visual Art’s Center, Cambridge, Massachussets (2015); Staatliche Kunsthalle Baden-Baden, Baden-Baden, and Schinkel Pavillon, Berlino (2014); Wroclaw Museum of Contemporary Art, Breslavia (2013).

Ha preso parte anche a diverse rassegne internazionali come: 55a Biennale di Venezia e 5a Biennale di arte contemporanea di Mosca (2013), 18a Biennale di Sidney (2012), 11a Biennale di Lyon (2011). Nel 2018 parteciperà al 47° International Film Festival di Rotterdam.


www.hangarbicocca.org