Bildmuseet presso Umeå University – Umeå
14 / 06 /2019 - 20 / 10 /2019

La mostra Animalesque raccoglie un’eccezionale selezione di opere d’arte – film e video, disegni e sculture, installazioni e sound art – che invitano i visitatori del museo a ripensare la posizione dell’umanità nel mondo, la sua relazione con tutte le altre forme di vita e con le varie e complesse ecologie che uniscono gli esseri viventi.

Una crescente consapevolezza del fatto che viviamo su un pianeta ecologicamente fragile ha spinto gli artisti a riconsiderare il ruolo dell’arte in risposta a quello che sta accadendo al nostro mondo. Molti artisti hanno ripensato la relazione tra umani e natura, gli effetti dei cambiamenti sul clima della Terra e le modalità in cui specie differenti sono interconnesse attraverso una complessa relazione causa-effetto.

Gli artisti partecipanti sono Allora & Calzadilla (Stati Uniti/Cuba), Pia Arke (Groenlandia), David Claerbout (Belgio), Marcus Coates (Regno Unito), Mary Beth Edelson (Stati Uniti), Simone Forti (Stati Uniti), Luca Frei (Svizzera/Svezia), Pierre Huyghe (Francia), Carsten Höller (Germania/Svezia), Joan Jonas (Stati Uniti), Annika Larsson (Svezia), Louise Lawler (Stati Uniti), Britta Marakatt-Labba (Svezia), Amalia Pica (Argentina), Ho Tzu Nyen (Singapore) and Paloma Varga Weisz (Germania).

Parallelamente alla mostra e per tutta la sua durata vi sarà un programma di eventi dal vivo che comprenderà conferenze con artisti ed esperti, ma anche proiezioni di film e discussioni per commentare e sviluppare gli argomenti dello spettacolo.

Animalesque è stata prodotta da Bildmuseet ed è curata dalla scrittrice Filipa Ramos che oggi vive a Londra. Ricercatrice interessata all’intersezione tra arte, cinema e studi sugli animali, Ramos è la caporedattrice del programma artistico e co-curatrice di Vdrome. È docente alla Kingston University e alla Central Saint Martins di Londra, e all’Institut Kunst a Basilea.


Link:

www.bildmuseet.umu.se