Edito da Carla Langella, Valentina La Tilla, Valentina Perricone

Pubblicato da Marco Mancuso

Digicult Editions (2018)


Digicult Editions annuncia l’uscita del nuovo libro “Design for Visualization of Scienze”, a cura di Carla Langella, Valentina La Tilla e Valentina Perricone. In questo volume, edito da Marco Mancuso, le tre ricercatrici dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, mostrano come nel panorama internazionale del design contemporaneo stia emergendo un nuovo scenario basato sulla contaminazione tra design e scienza (Ito, 2016, Oxman, 2016).

Scarica la pubblicazione

L’evoluzione della conoscenza scientifica e dei dispositivi di analisi delle immagini per il mondo fisico, inclusi microscopi digitali, scanner avanzati e tomografia, sta procedendo a una velocità esponenziale, soprattutto nelle bioscienze. Con questo termine si identificano scienze legate alla biologia, e quindi alla vita, quali: biologia molecolare, biologia sintetica, neuroscienze, bio-robotica, biofotonica, biochimica, bioingegneria e biomeccanica.

Oggi gli scienziati stanno iniziando a mostrare interesse per alcune forme di collaborazione con il design. Tra queste forme la più attraente per gli scienziati è il Design per la visualizzazione scientifica, perché consente loro di aumentare l’impatto comunicativo e l’attitudine alla divulgazione dei risultati della ricerca. Dall’esigenza di connettere scienza e società emerge un nuovo possibile ruolo, e anche una nuova responsabilità per il design, che ha la capacità di dare forma ai cambiamenti indotti dalla scienza trasmettendoli, attraverso immagini, oggetti, dispositivi di comunicazione, espressioni critiche e interpretazioni. che consentono alle persone di metabolizzare e implementare nuove conoscenze scientifiche nelle loro vite.

Gli scienziati sono quindi sempre più interessati alla rappresentazione visiva e alle capacità di comunicazione del design. I centri di ricerca scientifica stanno iniziando ad assumere designer, inizialmente, per occuparsi di immagini scientifiche, poster, abstract grafici e presentazioni per poi passare alla creazione di dispositivi di comunicazione più complessi come video e info-grafiche. L’effetto della presenza del designer in un gruppo di ricerca scientifica è evidente: il numero di pagine di copertina accettate, la capacità di attrarre fondi pubblici e aziendali, l’attenzione dei media, l’efficacia della comunicazione interna tra i ricercatori e anche le citazioni che aumentano l’h-impact.

La pubblicazione è anche disponibile in forma gratuita:

EPUB: https://goo.gl/JiiJDR

MOBI: https://goo.gl/wtu1yQ

PAPERBACK: https://goo.gl/dVkQr3

ONLINE: https://goo.gl/CpYg77