10 / 10 / 2009

Lecture a cura di Marco Mancuso

Fabbrica del Vapore – Milano


Marco Mancuso è stato invitato da Ariella Vidach e Claudio Prati di DiDstudio a tenere una conferenza sulle applicazioni artistiche delle ricerche in studi audiovisivi applicati all’interaction design e le sue teorie con particolare riferimento alla danza e teatro, nonchè ai rapporti tra corpo in movimento e lo spazio che lo circonda.

Testo di presentazione della conferenza:
“IPerforming Media”

L’interaction design è la progettazione delle attività di interazione che avvengono tra gli esseri umani e i sistemi meccanici e informatici. È una disciplina che appartiene al contesto di ricerca dell’interazione uomo-computer (HCI). Un obiettivo fondamentale dell’interaction design è rendere possibile e facilitare al massimo, per un essere umano, l’uso e l’interazione con macchine (meccaniche e digitali) e la fruizione di servizi e sistemi complessi in modo proficuo e soddisfacente.

DiDstudio (Danza Interattiva Digitale) è stata fondata nel 2005 a Milano per offrire ai giovani artisti un luogo di ricerca, formazione, sperimentazione e produzione nel settore della danza in relazione alle nuove tecnologie. Equipaggiato con i sistemi interattivi sviluppati da AiEP, DiDstudio è un atelier di produzione coreografica per l’azienda e un luogo di residenza creativa e di studio per giovani artisti.

Ogni anno, artisti, musicisti e informatici che desiderano avvicinarsi a un settore così complesso e articolato come la tecnologia interattiva nelle arti della scena, possono partecipare a workshop e conferenze sui media digitali, ai corsi di danza e ai laboratori. Allo stesso tempo, DiDstudio ospita un festival dedicato ai progetti più innovativi realizzati da artisti nazionali e internazionali per far conoscere le potenzialità artistiche dei nuovi software interattivi.