15 / 02 / 2009

A cura di Marco Mancuso

Teatro Arsenale – Milano


Martedì 15 dicembre 2009 al Teatro Arsenale di Milano Digicult ha presentato DATA, terzo ed ultimo appuntamento del festival Sincronie 2009. Sincronie è una rassegna di musica contemporanea e sperimentale nata nel 2003. Come le precedenti, anche questa edizione si è sviluppata a partire da un tema, che per il 2009 è stato il rapporto tra musica e numero.

Per rimanere fedele al tema suggerito da Sincronie 2009, Marco Mancuso ha invitato il duo di artisti sovietici Evelina Domnitch & Dmitri Gelfand con la performance “10000 Peacock Feathers in Foaming Acid” e ha curato il video screening “Hidden Worlds”, in cui sono stati selezionati una serie di lavori audiovisivi che indagano il rapporto con la scienza e la matematica.

La lista dei lavori inclusi nel videoscreening

Se il videoscreening si focalizza su alcuni lavori di artisti che operano sul rapporto suono-immagine attraverso differenti tecniche, generati da fenomeni fisici, chimico-fisici, matematici, elettromagnetici e nanometrici, nella loro performance dal vivo, Evelina Domnitch & Dmitri Gelfand fanno interagire un proiettore laser con delle bolle di sapone per generare immagini immersive e organiche. L’evento è stato preceduto dalla conferenza “La psicofisica della personalizzazione di campi di forza” che si è incentrata sulla loro opera, in quanto pionieri della creazione di ambienti sensoriali nei quali si fondono chimica, fisica e filosofia, in relazione all’analisi della percezione umana di tali fenomeni.