Basato su un ampio Network di curatori, critici e ricercatori, Digicult è un progetto che pubblica notizie, interviste, saggi, libri e un proprio journal. Digicult cura e organizza mostre, performance, workshop e conferenze sviluppando al contempo attività di formazione e divulgazione. Fornisce servizi di digital publishing e strategie per la comunicazione dell’arte e della cultura.

La nostra storia ________________

Digicult nasce nel 2005 con lo scopo di avviare una piattaforma in rete che potesse dare voce e visibilità a una nuova generazione di autori interessati all’impatto delle tecnologie digitali sull’arte e sul design contemporaneo, allargando il loro circuito professionale a livello nazionale e internazionale e rompendo al contempo le rigide regole editoriali da stampa, sfruttando le potenzialità di Internet per crescere e diffondersi. Digicult si è contraddistinto negli anni come un progetto aperto, che fa del confronto e dell’ibridazione le sue caratteristiche peculiari, basato sulla partecipazione attiva di una serie di professionisti che costituiscono il suo ampio Network internazionale: critici, curatori, teorici, docenti, ricercatori, giornalisti che hanno contribuito a porre il progetto in dialogo con le principali istituzioni, festival, gallerie, centri di ricerca e accademie nazionali e internazionali.


La natura ibrida di Digicult non riguarda solo l’approccio interdisciplinare che lo caratterizza, ma fa riferimento ai diversi contesti culturali da cui sono arrivati i vari membri del network nel tempo, ma ha anche a che fare con i diversi contesti in cui si è trasformato il concetto stesso e la percezione condivisa di “arte contemporanea”, come un contesto produttivo e culturale ibrido e stratificato che si è sviluppato dal 2005 dagli studi di artista ai laboratori scientifici, dai centri di ricerca tecnologica ai grandi festival istituzionali, dai contesti più undeground e dei centri sociali ai grandi musei, alle gallerie indipendente e a quelle che fanno mercato, dai workshop professionali ai corsi universitari e accademici.


Presentazione 

Digicult pubblica quotidianamente news, interviste, call professionali, report e saggi critici: tutti articoli sono raccolti nel nostro archivio online e costituiscono una risorsa unica e gratuita per professionisti, ricercatori, studenti e semplici appassionati. Digicult si occupa della realizzazione del Digimag Journal, pubblicazione scientifica basata su call aperte trimestrali, che include articoli e saggi di elevato standard focalizzati su tematiche specifiche nel rapporto arte, design, tecnologia e scienza. Nato successivamente alla chiusura del Digimag Magazine (che ha pubblicato 72 numeri, dal 2005 al 2012), il Journal è pubblicato da Digicult Editions, la casa editrice di Digicult nata nel 2013 che pubblica libri, cataloghi, atti di convegni e progetti editoriali in collaborazione con altri publisher nazionali e internazionali, utilizzando gli strumenti del digital publishing e del print on demand.


La Digicult Agency produce e cura mostre, eventi, workshop, conferenze, attività di formazione e pubblicazioni fornendo consulenza per la comunicazione dell’arte e della cultura e strumenti per il digital publishing. Sin dalla sua nascita nel 2006 la Digicult Agency supporta e incoraggia la collaborazione tra artisti, designer, scienziati e partner istituzionali e commerciali supportando la ricerca, l’innovazione e la diffusione della New Media Art, dando il suo contributo allo sviluppo di nuove modalità di progettazione, produzione, realizzazione, riflessione critica, esposizione e archiviazione delle opere e dei progetti legati al rapporto tra creatività, tecnologia e scienza.


Collaborazioni 

Team

Bianca Pellissone
Bianca Pellissone
Social Media Manager
Cecilia Budoni
Cecilia Budoni
Web Master
Marco Mancuso
Marco Mancuso
Fondatore e Direttore
Matteo Cremonesi
Matteo Cremonesi
Web Developer
Valentina Foti
Valentina Foti
Capo Redattore
Viola Scaioli
Viola Scaioli
Web Editor