Dal 2005 Digicult è una delle principali piattaforme internazionali che osservano l'impatto delle tecnologie e della scienza sull'arte, il design e la cultura contemporanea.

Estetica del tagging #4: stereotipi algoritmici. Intervista a Max Dovey

Nicola Bozzi ha intervistato Max Dovey, il cui lavoro si serve spesso di stereotipi, tag e software dal vivo: nelle sue opere l'artista inglese ha infatti provato a definire il concetto di “hipster” in modo algoritmico, a scoprire cosa rende un individuo maschio o femmina agli occhi di un computer, e a mostrare il lato umano del machine learning.... READ MORE...

Mario Savini: Arte transgenica. La vità è il medium

A cosa ci riferiamo quando parliamo di arte transgenica? In questo panorama spinoso, che più di tutti lega a doppio filo arte e scienza, filosofia e biotecnologie, questioni giuridiche e tabù ancestrali cerca di fare ordine il libro di Mario Savini “Arte transgenica: la vita è il medium”, edito nel 2018 da Pisa University Press.... READ MORE...

transmediale: nuovo Direttore Artistico – deadline: 06/01/19

La responsabilità centrale del Direttore Artistico del festival transmediale è la formulazione della visione storica del festival e la sua implementazione a livello strutturale e contenutistico. La posizione richiede l'abilità nel esaminare criticamente quei topic al punto di intersezione tra arte, tecnologia, scienza e società.... READ MORE...

Digicult Agency cura mostre, eventi, workshop, attività di formazione, pubblicazioni, lecture e incontri, fornendo consulenza per la comunicazione e strumenti per il digital publishing.

Digimag Journal è una pubblicazione interdisciplinare che racchiude articoli e saggi di elevato standard che si focalizzano sull’impatto delle tecnologie e degli sviluppi scientifici più avanzati sull’arte, il design e la società contemporanea.

Digicult Editions is a publishing initiative whose goal is to be active in the publication of the Digimag Journal and critical and theoretical books. Digicult Edition uses all the tools of a contemporary digital publishing.

Ultimi post

Screen City Biennial 2019: Ecologies – lost, found and continued

Una crescente attenzione per le problematiche ambientali rispecchia un riconoscimento globale e l’urgenza di rivedere il ruolo dell’uomo nella biosfera e come siamo connessi con il mondo. La Screen City Biennial 2019 si prepara a presentare, facilitare e analizzare l’arte e l’indagine artistica, che sollevano domande su come l’azione umana influisca sull’ecologia con cui viene a contatto.... READ MORE...

Desire: A Revision from the 20th Century to the Digital Age

L’IMMA presenta una delle sue mostre più affascinanti e ambiziose, che esplora il desiderio nella nostra vita quotidiana. Nello specifico, "Desire: A Revision from the 20th Century to the Digital Age" prende in considerazione il legame tra il desiderio e le strutture del potere, l’individualismo e le azioni collettive emergenti.... READ MORE...

Asta Gröting: “Where do you see yourself in 20 years”?

Nella sua mostra, Asta Gröting combina opere precedenti con nuove sculture e video focalizzati sulla decostruzione fisica e psicologica del corpo umano. Che si tratti di familiari, amici o personaggi storici, l’attività di Gröting attraverso i media cerca di fondere qualità astratte come il pensiero, l’intimità, il conflitto e la soggettività.... READ MORE...

Ricardo Carioba: “Non Linear Spatial Normalizations”

FuturDome presenta, per la prima volta in Europa, l’opera e il perscorso di Ricardo Carioba. All’interno degli spazi saranno presentati quindici installazioni interamente attraversabili, una serie di lavori fotografici e un progetto specificatamente creato per FuturDome.... READ MORE...

“Matthew Barney: Redoubt”

UCCA presenta "Matthew Barney: Redoubt", una nuova importante serie di opere realizzate tra il 2016 e il 2019 che segna la prima mostra personale dell’artista in Cina. La mostra comprende il film di due ore da cui prende il titolo, cinque sculture monumentali, oltre cinquanta incisioni e lastre di rame placcate e un catalogo concepito dall’artista.... READ MORE...

“Up in Arms”

"Up in Arms" si concentra sugli aspetti negativi dell’industria. Attraverso varie opere d’arte, il progetto offre una visione più dettagliata del commercio d’armi e delle sue ramificazioni, spesso ignorate.... READ MORE...

“Transcorporealities”: parte di “HERE AND NOW” al Museo Ludwig

La mostra "Transcorporealities" prende come punto di partenza il concetto della permeabilità dei corpi. Questa idea di “transcorporealtà” può essere applicata anche al museo: in continui processi metabolici, si intersecano diversi sistemi sociali, biologici, tecnologici, economici e politici. In tale contesto, la mostra attiva uno spazio museale liberamente accessibile e si apre verso lo spazio urbano con le sue facciate trasparenti e le vetrate su due lati: il foyer.... READ MORE...

“Parallax Symmetry” di Carsten Nicolai

Con circa 40 opere multimediali, la mostra "Parallax Symmetry" offre una panoramica dell’oeuvre dell’artista e musicista Carsten Nicolai. Tramite l’utilizzo di suono e luce elettronica, Nicolai crea installazioni minimaliste, performance sonore e visualizzazioni di fenomeni fisici che riflettono il sistema e le strutture del mondo multimediale.... READ MORE...

More-than-humans

Curata da Stefanie Hessler, "More-than-humans" riunisce le opere meravigliose di Dominique Gonzalez-Foerster e Tomás Saraceno dalla collezione Thyssen-Bornemisza Art Contemporary (TBA21), i quali considerano ciò che non può essere spiegato dalla mente antropoide razionale.... READ MORE...

“Training Humans”: una mostra di Kate Crawford e Trevor Paglen

Fondazione Prada presenta "Training Humans", una mostra storica ideata da Kate Crawford e Trevor Paglen. "Training Humans" è la prima grande mostra fotografica dedicata alle immagini di formazione: le collezioni di fotografie utilizzate per addestrare i sistemi di intelligenza artificiale (IA) su come “vedere” e classificare il mondo.... READ MORE...

Uncanny Values: una mappa dei luoghi perturbanti, e come attraversarli

Uncanny Values: Artificial Intelligence & You è una mostra presentata dal Mak di Vienna nella cornice della Vienna Biennale for Change di quest’anno, dal significativo titolo Brave New Virtues. Shaping our digital world. Artisti, designer e architetti hanno cercato di elaborare nuove visioni che possano contribuire in maniera attiva e positiva a immaginare e dare forma al nostro futuro.... READ MORE...

perAspera 2019: virtuale è reale

Arrivato alla sua dodicesima edizione, il festival di arti performative perAspera ospiterà quest’anno, tra il 5 e il 16 settembre, due protagonisti dell’arte immersiva e transmediale, che sbarcheranno a Bologna dopo una prima assoluta mondiale in Aus... READ MORE...

Continuando a usare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici presenti. Leggi la nostra privacy policy cookies policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close